Un “civico” d’arte

Il civico 23, nel realizzare il suo progetto, portare la bellezza in un luogo periferico della nostra città, ha sicuramente posto in essere l’atto rivoluzionario di cui ci parla Luis Sepùlveda, e di cui ci dovremmo tutti preoccuparci: cittadini, e  come tali, ragionevolmente fruire di certi luoghi come se fossero una benedizione. Perchè, nei fatti, essi lo sono!

Leggi tutto