30 Maggio 2024

L’uomo ha espresso la concezione di sé e il suo rapporto col sacro per mezzo di segni e gesti che appartengono al linguaggio figurato. Questi simboli hanno attraversato tutta la sua storia come testimonianza di un rapporto con il Mistero.

Il simbolo la cui caratteristica è nascere dalla realtà e non dalla sua interpretazione, è un significante concreto e sensibile che suggerisce il significato e lo svela in trasparenza, egli precede ogni umano ragionamento e può essere inteso come una ierofania. “Simboli-segni”, cioè cose o gesti, sono il confine dove sacro e umano si incontrano.

Da questa riflessione nasce DE-VOTO, progetto foto-coreografico all’interno di Boarding Pass 2023 a cura di CDTM (Circuito Campano della Danza) e Raidfestivals, il cui obiettivo è la realizzazione di un percorso internazionale di creazione, valorizzazione e diffusione della coreografia italiana con un focus sui riti religiosi, da intendersi quali espressioni delle tradizioni e degli elementi identitari di popoli e luoghi. Il concetto di sacro è soggetto a mutamenti, ma ad ogni mutamento ne rimane una traccia nuova: così i rituali diventano fondamentali testimoni d’accesso ad una conoscenza profonda di una società. Il rito è valorizzato dall’azione che diviene parola del corpo, svolgendosi in uno spazio e in un tempo disegnati dal gesto stesso. Dunque, il corpo, per mezzo del rito, diviene un elemento di connessione tra passato, presente e futuro, utile a celebrare esperienze, eventi e significati intrinsecamente legati ad una tradizione territoriale, ma che attraversano sfere dell’esistenza umana di ciascun individuo e in qualunque parte del mondo.

L’esposizione curata da Gianpiero Scafuri, con le fotografie di Claudio Malangone, Giada Ruoppo e di Gianpiero Scafuri, saranno esposte in Messico e nei Paesi Bassi per ritornare in Campania, ad Ascea (Giardino degli Ulivi,) a Solofra (Chiostro di Santa Chiara) ed a Pontecagnano (Museo Archeologico Nazionale).

Il Progetto Boarding Pass 2023 è stato realizzato da CDTM (Circuito Campano della Danza), Raidfestivals e con il sostegno del MIC (Ministero della Cultura).

About Author