Il cotone degli svizzeri

L’ex area produttiva di Fratte, è stato un insediamento industriale storico. Affonda le sue origini nella prima metà dell’ottocento. Rimasto attivo per buona parte del secolo scorso, radicandosi profondamente nel tessuto produttivo della città di #Salerno. Già verso la metà dell’ottocento, le industrie #tessili erano presenti in zona.

Leggi tutto

Salerno segreta: “Un giro tra memoria popolare e culto religioso”.

Passeggiando per le strade e i numerosi vicoli del centro storico di Salerno, un occhio più attento, può scorgere, sulle nude pareti dei palazzi, piccole effigi di immagini sacre: madonne e santi. Le edicole votive, termine che deriva dal latino aedicula, diminutivo di aedes (“tempio”), che si può tradurre in “tempietto”. Espressione di un culto popolare, che servono a sottolineare la devozione o come atto di riconoscenza verso i santi o la madonna per la grazia ricevuta.

Leggi tutto

Le guardiane del mare

Il nostro territorio è stato fin dai tempi antichi al centro delle principali rotte del mediterraneo. Il nostro mare era un’antichissima autostrada su cui viaggiavano merci, conoscenza, ma anche feroci, sanguinari e avidi guerrieri: i Saraceni. Dal periodo bizantino, passando per il dominio dei Longobardi, dei Normanni, degli Svevi, degli Angioini, degli Aragonesi e dei vicerè spagnoli, gli abitanti della costiera dovettero difendere dagli attacchi. Da qui la necessità di proteggersi dal nemico che veniva da mare, costruendo torri di avvistamento e di difesa.

Leggi tutto

La mensa degli invisibili

La permanenza del Coronavirus sta devastando la classe media, creando nuovi poveri. La crisi, è come una lente d’ingrandimento, che mette in luce le fratture di una società. Ad essere colpiti dalla nuova povertà, sono tutte quelle persone che non avrebbero mai pensato, un giorno di dover chiedere aiuti d’emergenza.

Leggi tutto

Un occhio al futuro

La caratteristica dell’Irpinia, sono le montagne, un territorio montano vasto e di impareggiabile bellezza, tra cui spicca il massiccio del Terminio. Un paradiso in tutte le stagioni, ma in inverno, con la neve, si risveglia offrendo panorami di grande fascino. Alla fine degli anni 60, il monte Terminio, fu scelto per il progetto regionale per lo sviluppo turistico delle aree interne.

Leggi tutto

Un calcio al pallone

A Salerno, le strutture sportive pubbliche non mancano, il vero problema è: le condizioni in cui versano. Ho fatto un giro visitando varie strutture, dal centro alla periferia, ed è stato difficile trovare un campetto che possa essere utilizzato senza mettere a rischio l’integrità fisica, tutti si presentano in condizioni pessime.

Leggi tutto