La possibilità per i bambini di interagire col mondo animale è fondamentale per la loro crescita. I piccoli non possono che trarne benefici ed insegnamenti. Un approccio costante tra un bambino ed un animale non dovrebbe mai mancare; questo renderà il bambino più consapevole dell’importanza di rispettare le necessità dell’animale, dell’altro.. Avvicinare i bambini agli animali vuole dire far trascorrere loro del tempo insieme. Senza pretese, osservarli, accarezzarli, dare loro qualcosa da mangiare, instaurare un contatto naturale. Abbiamo assistito a scene dolcissime. Senza correre rischi, con l’esempio di un esperto mungitore, piccole mani delicate ed inesperte ad imparare a mungere una mucca. Gesti che hanno nutrito la nostra vista, e l’anima.

Relazionarsi con gli animali significa anche occuparsi di loro, imparare a stare con loro sviluppando responsabilità e pazienza, perché l’animale lo si deve accettare così com’è. E avere a che fare con gli animali significa imparare a crescere senza fare troppe storie! Sapersi districare in questo rapporto, accrescerà sicuramente la fiducia in se stessi. Imparare-facendo, perché attraverso esperienze dirette finalmente i bambini apprenderanno che la campagna non è popolata dalle mucche viola che si vedono in tv, le caprette non necessariamente fanno ciao per renderli felici, né si chiamano Manue’ per divertirli; il gallo è lontano dall’idea di fare il simpatico cedrone per strappare loro una risata, il topo ha ben altro da fare per sopravvivere che, con favolosi occhiali, acculturarsi tanto da indurli a riflettere. Imparare a mungere una grande mucca può voler significare tutto questo per un cucciolo d’uomo.