Antropocene è un concetto nato poche decine di anni fa che evidenzia come l’attività umana sul pianeta alteri quest’ultimo fino a danneggiare profondamente gli ecosistemi.

L’inquinamento ambientale è un triste dato di fatto, forse purtroppo ci stiamo abituando a questa situazione, e per questo motivo si sta trasformando sempre di più in una problematica che sembra non avere una via di uscita.

Ma poniamoci questa domanda: da quando l’uomo ha incominciato a modificare l’ambiente intervenendo drasticamente sugli equilibri naturali?

Anche gli Antichi Romani hanno avuto un impatto negativo sulla temperatura globale a causa dei numerosi fuochi accesi, e non solo: alcune ricerche hanno stimato l’enorme quantità di carbonio immessa all’epoca dei Romani ed è emerso che abbia abbassato di 0,17° il clima europeo. 

Dunque osservando con attenzione la storia romana si possono leggere in essa molte vicende vicine a noi come l’aumento demografico e la deforestazione per far spazio a nuovi centri abitati. Questo perché l’uomo da sempre interviene sull’ambiente naturale per renderlo prepotentemente adeguato alle proprie esigenze.