Il riscaldamento della Terra costituisce una minaccia per i diritti fondamentali dell’uomo. Le conseguenze del cambiamento climatico hanno un impatto devastante sul diritto alla vita, alla salute, all’ alloggio, all’ acqua, finanche ai servizi igienico-sanitari, fino ad impedire il loro esercizio. In un mondo più caldo, gli eventi estremi coinvolgeranno tutti ma, come sempre, a pagarne le spese saranno le fasce più vulnerabili della popolazione globale. Un esempio fra tutti, dinanzi all’ innalzamento del mare, intere isole-stato saranno condannate a sparire. Non vi è più tempo per l’inconsapevolezza. Occorre una giustizia climatica, che passi pure attraverso le energie rinnovabili, imprescindibile da quella sociale, tesa a sostenere gli svantaggiati del mondo, nel segno di una solidarietà di specie.