Natale da sempre significa infanzia, magia, famiglia. Si vive il momento dell’attesa, della fine e degli inizi, dei buoni propositi, dei migliori auspici. E dei bilanci. Ebbene, sta per concludersi un anno difficile, duro e tragico per tanti per i quali questo Natale sarà un pò meno Natale. Un maestro della fotografia, che qualcuno riconoscerà, sosteneva che “Non c’è niente di peggio di un’immagine nitida di un concetto sfocato”: la nostra era una realtà nitida, sistematica, chiara. Oggi viviamo, improvvisando, in un contesto dai contorni incerti e confusi. Ma se del “doman non v’è certezza”, allora rendiamoci noi un esempio di rinascita: consapevoli e felici per ciò che abbiamo, pensando a chi è più solo o isolato degli altri, guardando al futuro e andandogli incontro. Buon Natale.

©Tiziana Varani