Il Covid trascina oltre 5milioni e mezzo d’italiani nella povertà. Le persone che fino ad un anno fa riuscivano “ad andare avanti”, grazie all’arte dell’arrangiarsi, oggi si trovano in uno stato di forte sofferenza, e il cibo, insieme al lavoro, è la prima necessità. Si parla di una nuova povertà alimentare, a fronte della quale, dovremmo registrare un numero maggiore di “Empori della Solidarietà.” Ma siamo sempre un po’ soli, e siamo tutti più poveri!