Manifesto Di Cittadinanza 20 vènti, scritto e diretto da Marco Dell’Acqua, a cura del Dipartimento di Salute Mentale (DSM) ASL Salerno e L’Associazione Culturale Teatri Di Popolo, è andato in scena lunedì sera al Teatro Ghirelli di Salerno.Lo spettacolo è una riflessione su come la nostra società affronti i momenti di crisi disunita, come le membra disfatte che giacciono al centro della scena. Personaggi diversi irrompono caoticamente da tutte le direzioni, portando la maschera che ne dichiara le ragioni, le pulsioni e le indifferenze. Ciascuno percorre la sua traiettoria e proclama il suo frammento di verità. Dalle molte riflessioni emerge l’unica sintesi possibile: l’affermarsi di una “cittadinanza” costruita da tutte le parti, tenuta insieme dalla pratica dei diritti e dell’inclusione e che si assuma collettivamente la responsabilità delle sue scelte. È il “tappeto volante” dal quale i personaggi, ora uniti, si congedano dal pubblico. Manifesto Di Cittadinanza 20 vènti, è un’altra piccola perla strappata a questa annata disastrosa. Il suo messaggio, così importante eppure trasmesso con tanta spontanea semplicità dai suoi interpreti, avrebbe meritato una platea ben più vasta di quella consentita dal Parco Salid ai tempi del COVID.