Conrado, 26 anni, argentino. Ben 18 mesi fa, da studente determinato e speranzoso per il suo futuro, ha deciso di arrivare e diventare Ingegnere in Italia, tramite un programma di cooperazione tra l’Università Nazionale di Cordoba e l’Università degli Studi di Salerno, al fine del conseguimento di una laurea magistrale con doppio titolo. Dal 21 luglio scorso Conrado non è più un semplice studente della facoltà di Ingegneria Meccanica ma un Ingegnere Meccanico, dopo tanta fatica e perseveranza, è riuscito a laurearsi, circondato dalla vicinanza dei suoi coinquilini e della tecnologia, che hanno fatto di tutto, ma proprio di tutto, per far sì che quel giorno sentisse, quanto meno possibile, la mancanza dei propri cari, della sua casa e degli amici più stretti, più di 11.000 km lo separano dalla sua amata terra natia ma, con il loro aiuto ed il suo forte orgoglio, ce l’ha fatta.

Il 30° presidente degli USA, Calvin Coolidge, sosteneva che nulla al mondo può prendere il posto della perseveranza. Non il talento, nulla è più comune di uomini di talento falliti. Non il genio; il genio incompreso è ormai un luogo comune. Non l’istruzione; il mondo è pieno di derelitti istruiti. Solo la perseveranza e la determinazione sono onnipotenti. ©Valentino Petrosino