Un punto di riferimento per coloro che amano la musica è il “Mumble Rumble”, dal 1983 nella zona orientale di Salerno. La prima sala prove della città. Un luogo che ha visto susseguirsi concerti, ma anche eventi culturali e sociali. Un’associazione che è divenuta nel tempo anche circolo della rete Arci. Nel pandemonio dell’epidemia, al di là delle sue saracinesche abbassate, note non sono state più udite, dibattiti non intavolati; ma nelle ultimissime settimane il circolo ha riaperto al Gasp, suo ospite dal 2013. Il Gruppo di acquisto solidale ha un progetto da realizzare: diffondere la conoscenza di un’agricoltura naturale, basata su un rapporto diretto tra il consumatore e il produttore della zona, fino a creare una piccola comunità, fondata sulla condivisione, l’amicizia, e non sulla concorrenza. Il giovedì pomeriggio, all’angolo di via Loria, ogni produttore propone prodotti unici del suo terreno, o comunque, nel rispetto delle norme vigenti, casalinghi, in un rapporto, qualità prezzo, solidale. È stato anche avviato un progetto “rifiuti zero”, raccolta di bottiglie, barattoli, carta e plastica per riciclarla, per ridargli una nuova vita…in attesa di riascoltare la musica.