Il cotone degli svizzeri

L’ex area produttiva di Fratte, è stato un insediamento industriale storico. Affonda le sue origini nella prima metà dell’ottocento. Rimasto attivo per buona parte del secolo scorso, radicandosi profondamente nel tessuto produttivo della città di #Salerno. Già verso la metà dell’ottocento, le industrie #tessili erano presenti in zona.

Leggi tutto

Salerno segreta: “Un giro tra memoria popolare e culto religioso”.

Passeggiando per le strade e i numerosi vicoli del centro storico di Salerno, un occhio più attento, può scorgere, sulle nude pareti dei palazzi, piccole effigi di immagini sacre: madonne e santi. Le edicole votive, termine che deriva dal latino aedicula, diminutivo di aedes (“tempio”), che si può tradurre in “tempietto”. Espressione di un culto popolare, che servono a sottolineare la devozione o come atto di riconoscenza verso i santi o la madonna per la grazia ricevuta.

Leggi tutto

Le guardiane del mare

Il nostro territorio è stato fin dai tempi antichi al centro delle principali rotte del mediterraneo. Il nostro mare era un’antichissima autostrada su cui viaggiavano merci, conoscenza, ma anche feroci, sanguinari e avidi guerrieri: i Saraceni. Dal periodo bizantino, passando per il dominio dei Longobardi, dei Normanni, degli Svevi, degli Angioini, degli Aragonesi e dei vicerè spagnoli, gli abitanti della costiera dovettero difendere dagli attacchi. Da qui la necessità di proteggersi dal nemico che veniva da mare, costruendo torri di avvistamento e di difesa.

Leggi tutto