30 Maggio 2024

Il misterioso richiamo della “cicogna nera”

Fra i borghi più belli d’Italia, Monteverde non è solo bello, è anche un Comune dove il cuore è di casa e lo dimostra un sindaco insegnante che ha voluto rendere vivibile il paese anche per gli amici diversamente abili riprogettando la viabilità del territorio e creando un importante percorso storico e culturale riconosciuto “borgo più accessibile d’Europa”.

Questo è un borgo magico, un regno dove uomini e natura vivono in sintonia, forse anche grazie alla loro storia condivisa con quella del Lago di San Pietro a cui viene dedicata una poderosa festa dell’acqua, talvolta anticipata dalla festa dell’aria con la presenza di uccelli che danzano leggeri e ammirati. Ed un uccello in particolare segna il cielo di Monteverde, il racconto che tocca il cuore, il racconto di emigrazione e di ritorno a casa, di ricerca delle radici e del coraggio di seguirle. 

Questa è la storia di una cicogna che seguì il cuore per tornare a casa. Da tempo le rarissime cicogne nere non facevano più visita al piccolo borgo verde fino a quando, qualche anno fa, una cicogna in solitaria riprese a tornare portando con sé anche il compagno e nidificando con successo. Una storia d’amore fra la cicogna e questa terra. Meriterebbe una statua che ne celebri l’ardore. E, infatti, la popolazione di Monteverde ha dedicato una installazione in ferro battuto, nero ovviamente, alla piccola famiglia di cicogne nere.

About Author