25 Giugno 2024

L’altro giorno, mentre ero seduta su una panchina, ho condiviso una personale teoria  che sostiene vi sia una particolare relazione tra personalità e tratti fisici. Sono convinta che ognuno di noi nasca con delle caratteristiche che non sono mere casualità, ma inevitabili riflessi di una parte del proprio modo di essere. 

Non so bene cosa influenzi cosa, se inconsciamente si sviluppi la propria personalità intorno a tali elementi distintivi, oppure se siano semplici anticipazioni di un’indole interiore. Tuttavia, credo ci sia una connessione profonda tra come una persona è e alcuni caratteri che essa possiede.

Ad esempio, spesso mi capita di pensare a chi nasce con i capelli ricci, o con le lentiggini, o con le labbra sottili. Mi rifiuto di pensare che siano coincidenze, oppure il semplice risultato di una combinazione di probabilità. Per me c’è una correlazione già scritta da qualche parte tra tali particolarità e la natura di chi a vita le indossa, a prescindere se decida di mostrarle o meno. 

In altre parole, secondo me il modo in cui si è fatti, per come ce lo si mette addosso a seconda della propria verità, dice tanto di sé. Che si tratti di un neo, di un paio di occhi grandi, oppure di una fossetta sulla guancia, non credo sia possibile non affezionarsi ad una particolare caratteristica che si possiede, e farne il proprio specchio. 

Non l’avevo mai detto ad alta voce, ma credo che ogni persona sia come sia anche per le particolarità che si riconosce, e per il legame che vi tesse nel momento in cui se ne accorge.

About Author