26 Febbraio 2024

Rimbalzano come in un match point di una indimenticabile game a tennis le notizie che, di settimana in settimana, gli attori in campo mettono sul piatto, tra un diritto e un rovescio, per fare il punto sulla vicenda ingarbugliata del prossimo stadio per il torneo calcistico che la squadra cittadina dovrà affrontare. Temporary home stadium oppure stadio in prestito e perché no l’Arechi spettatore del suo intervento di restyling, mentre ristrutturato? La domanda ahinoi non trova ancora il match point nonostante i continui cambi di gioco. Che sembrano sempre dire l’ultima ma poi la palla rimane vagante, lì a sottolineare che la partita vivrà ancora un finale tormentato. Non vorremmo scomodare alcuna opinione autorevole sul punto (seppure ce ne fosse bisogno) ma i fatti come al solito si incaricano di raccontare l’evoluzione del match e tornano in gioco a confermare che ancora non è stata scritta la parola definitiva. Sullo sfondo una nuova postilla che dopo la girandola di voci sull’ulteriore temporary home stadium dell’area di Fuorni parrebbe sciogliere i dubbi e riportare il Volpe nella staffetta in prima linea. Con corsa decisa se il Governatore, come rimbalzato sui siti di emittenti locali e quotidiani locali, abbia lanciato il match point definitivo se rinviando al Volpe ha annunciato che, risolto l’ostacolo che sembrava rallentare, (delocalizzazione di attività imprenditoriali) “Si farà la delocalizzazione in tempi rapidi, si libererà tutta l’area attorno al Volpe e verrà realizzato un campo da 15mila spettatori che consentirà di svolgere i lavori all’Arechi in maniera rapida e senza intervenire per settori”. Dall’altro la vicenda della Curva Nord pronta a decollare ma che ancora non vive di propria luce ma di riflessa a cui la stessa società che guida da quest’anno calcistico la tormentatissima vicenda dice “se i tempi sono veloci, avrà senso fare i lavori alla Curva Nord altrimenti verranno fatte altre valutazioni”. In mezzo i tifosi, i principali spettatori in gioco che potrebbero dire in altro modo la loro. Ma questa è una storia da scrivere… 

About Author