Questa danza, espressione dei popoli spagnoli perseguitati, nasce nell’Andalusia. Il nome, infatti, potrebbe derivare dall’arabo felag mengu, che tradotto significa contadino in fuga oppure potrebbe essere collegato alle Fiandre, terra d’origine degli zingari, poiché flamenco in spagnolo indica anche il termine fiammingo. Anche se la forma più conosciuta di questa espressione artistica è la danza, il flamenco è anche musica e canto. Ne esistono più di 50 stili musicali detti palos. Il flamenco nel 1980 viene inserito tra le materie di studio obbligatorie dei conservatori musicali, mentre nel 2010 viene dichiarato dell’UNESCO Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità.