Uno dei tanti obiettivi di sviluppo che si è data la FAO è la riduzione della fame nel mondo. 

Sul pianeta Terra ci sarebbe abbastanza da mangiare per tutti, ma è la distribuzione del cibo a non essere equa: ecco perché la fame è un problema sociale.

D’altra parte, assistiamo a un forte aumento di persone sovrappeso. 

Quindi, da un lato ci sono persone che mangiano troppo, con conseguente aumento di patologie legate all’alimentazione non equilibrata; dall’altro, individui che non hanno accesso al cibo. Scopriamo, pertanto che – per quanto riguarda la quantità di cibo – la situazione è sfuggita di mano e sta avanzando in due direzioni opposte. 

L’obiettivo sarebbe trovare una sana via di mezzo perché, per sfamare tutti gli abitanti del Pianeta in modo sano, ci vorrebbe una quantità di cibo sufficiente per tutti. Quindi non si tratta solo di volumi, ma di un rapporto equilibrato tra i due lati, e oggi, l’embargo per il conflitto in Ucraina, non migliora le cose.