Il Cinema Astra. Nato negli anni ’30, di proprietà della famiglia Rago, il locale si chiamava Elisa ed era prevalentemente una sala teatrale. Negli anni ’50 fu acquistato dagli Adinolfi, che lo trasformarono in un cinema. In età adulta, nel Febbraio del 1991, l’Astra, coi suoi quattrocento posti, proiettò nel cuore di Salerno il suo ultimo film. Capitolarono poi altre sale cinematografiche cittadine. La concorrenza dei multisala, lo sappiamo, è stata tellurica. 

Trovarci dinanzi ad una parte di storia della nostra città, a ciò che è stato manifesto di sogni e commozioni dei suoi cittadini che, a distanza di un trentennio dalla sua chiusura, versa in uno stato di totale abbandono, i nostri sentimenti sono di disincanto.

Sappiamo bene che l’ex cinema Astra è di proprietà privata. Sappiamo pure che vi è stato un progetto di riqualificazione della struttura, mai decollato. Sappiamo però che si potrebbero fare cordate miste pubblico-private per un recupero teso alla collettività, in una città che ha fame d’ arte e sete di cultura in generale, qual è la nostra! Fantascienza?

Intanto, difronte ad un locale desolatamente serrato, giovani si aggregano, si confrontano, vivono…

Infine, sappiamo che esistono i colpi di scena… Fantastichiamo?… Chissà!