Il canto del grano

Ceraso – Festa dei Grani Antichi – Oggi, fortunatamente, si stanno rivalutando i grani non manipolati, perché ci si sta rendendo conto che non causano problemi per la salute, perché più leggeri, digeribili e nutrienti. La biodiversità, però, ha valore soltanto se realmente di coltiva in un ambiente biodiverso, altrimenti diventa una moda e non una concretezza e questo si stanno sforzando di costruire gli agricoltori cilentani. La storia di questa terra antica e delle persone che la abitano è proprio nelle mani che reggono le spighe in un unico iermito (fascetto di grano). Comprendiamo la differenza tra lo “iermito” appunto, e la “gregna” mentre ammiriamo tagliare canne con la stessa “fauce” e legare cannucce in un ricamo sapiente. Ascoltiamo i suoni della terra e dell’uomo in questo mare senz’acqua, insieme al grano che canta… con la forza dell’ultima sua voce.